Home Su Sommario Ricerca

Gaspardo seminatrice Directa
Precedente Home Su Successiva

 

 


 

- foto copertina
 

Il modello DIRECTA appartiene alla categoria di macchine per la semina diretta su terreno non lavorato o con minima lavorazione. E' una seminatrice in linea a distribuzione meccanica idonea per la semina di cereali, soia, colza, essenze foraggere, ecc. Questi modelli si avvalgono, per quanto riguarda la parte telaistica e gli elementi operatori, degli stessi sviluppi innovativi introdotti con la serie DP SPRINT e GIGANTE, mantenendo le caratteristiche della distribuzione meccanica con variatore continuo che permette un dosaggio preciso delle quantità ed una distribuzione omogenea. A richiesta il modello DIRECTA CORSA offre la possibilità di seminare e distribuire concime contemporaneamente: può disporre infatti di una tramoggia per il fertilizzante (riducendo ovviamente la capacità delle sementi) con relativi distributori in acciaio inox per ogni fila. Il dosaggio delle quantità e la distribuzione sono gestite da un secondo variatore regolabile. Può essere portata sui 3 punti oppure trainata con l'applicazione di un timone e di ruote posteriori.
 

Il lavoro di finitura viene completato da un erpice a denti flessibili, costituito da una barra portante su cui sono incernierati 4 tratti oscillanti per il fissaggio dei denti stessi. In questo modo l'erpice riesce a seguire le ondulazioni del terreno riposizionando nuovamente i residui colturali precedentemente spostati dall'elemento seminatore.
 

Gli elementi seminatori, oltre a provvedere alle operazioni di taglio dei residui, di apertura e di consolidamento del solco, di deposizione del seme, sono indipendenti con una pressione al suolo di circa 200 kg così da permettere contemporaneamente la massima adattabilità e penetrazione della macchina ad ogni profilo di terreno. La profondità di semina è precisa e costante grazie ai limitatori in gomma ad altezza registrabile o, in caso di condizioni di terreno estreme (umidità, sassi, ecc.), a quelli in ghisa fissi "no-limits".
Ogni elemento seminatore è dotato di un disco dentato di grande diametro (475 mm) per l'operazione di taglio del terreno anche in presenza di residui, a cui è saldamente collegato un robust    o coltro depositore a forma di stivaletto con punta d'usura intercambiabile. Grazie a questo falcione verticale vi è un'effettiva lavorazione del terreno sulla linea di semina favorita attraverso la chiusura del solco tramite l'apporto di terreno sciolto sul seme stesso. Il falcione attuale è l'evoluzione di continui test e ricerche tese all'ottimizzazione della semina sui terreni plastici con presenza di residui.
 

- tabella caratteristiche
 

 

Inviare a ufficio@panetto.it un messaggio di posta elettronica contenente domande o commenti su questo sito Web.
Ultimo aggiornamento: 19-03-05